Weedly selection #420

Nella settimana più simbolica dell’anno, una selection spudoratamente dedicata al mito del 420, tra artisti, videogiochi e mastri giardinieri

Berol Mirado

Berol Mirado è l’incontro tra l’immaginario nerd-pop degli anni ‘80 e ‘90 e oltre, da Ritorno al futuro ai supereroi DC passando per Popeye e arrivando a Breaking Bad, un sacco di action figures di altissima qualità e tanta tanta tanta cannabis. I suoi set giocano perfettamente con le miniature e con le macro in maniera geniale, e siamo convinti che molte sue versioni dei film sarebbero più interessanti delle originali.

Blonde on Blonde di Bob Dylan

Perchè Bob Dylan, primo musicista a ricevere il premio Nobel per la letteratura, è considerato uno degli alfieri del 420 ve lo abbiamo già spiegato, ma simbologia o meno crediamo fermamente che Blonde on Blonde, direttamente dal 1966, sia un album da non perdere per conoscere meglio il ‘menestrello del rock’ (nel caso non lo abbiate già fatto) o per riscoprirlo.

Blonde on Blonde

Il cartello stradale più rubato d’America

In Colorado non esiste più sulla Interstate 70 il miglio 420: il cartello segna miglia è stato rubato così tante volte che l’hanno spostato di qualche metro e sostituito con quello 419.9. Che sarebbe ancora più bello da sottrarre illegalmente, ma se i reati non sono il vostro genere o viaggiare in Colorado è un po’ scomodo, su Amazon trovate una replica davvero incredibile del cartello 420. Consigliamo di appenderlo in casa e non fuori, in ogni caso.

Budzai

Già le crasi ci fanno impazzire, quando poi dietro a un naming pazzesco c’è anche un appassionato capace di unire la più esotica ed affascinante arte che si può praticare in giardino, cioè quella del bonsai, con la nostra pianta del cuore allora è vera magia. Più zen di Budzai davvero non si può.

Stone

In un mondo dove spopolano giochini per smartphone stile “Costruisci il tuo impero della droga” dove più paghi più vinci, Stone è una ventata d’aria fresca: una avventura noir, a ritmo di hip-hop ed evidentemente concepita sotto effetto di cannabinoidi. Come si spiega altrimenti un koala detective privato che assomiglia decisamente al Grande Lebowsky che deve ritrovare il suo fidanzato scomparso?

Totale
6
Azioni
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente

Forse non tutti sanno che…420 Edition

Articolo successivo

Weed & Videogames