Le 4 Space Cake finite male

Space Cake, la torta che vorremmo ad ogni festa di compleanno. Può, però, capitare che la benvoluta torta spaziale trasformi una serata da sogno in un vero incubo. Ecco a voi, le quattro Space Cake finite male!

Space Cake, una breve storia

La Space Cake nasce ad Amsterdam, dove viene servita ed apprezzata all’interno dei coffee shop. E’ uguale uguale a una torta della nonna, se non fosse che all’interno contiene Hashish o Cannabis. La Space Cake è, ad oggi, conosciuta in tutto il mondo, ma è negli USA che questa tipologia di torta prende le sembianze di un vero e proprio food trend. Gli effetti della Space Cake sono gli stessi della Cannabis utilizzata, l’unica differenza è il tempo di attesa fra l’assaggio e la comparsa, che varia dall’una alle tre ore in media.

1) BUON ANNO!

“Uno scherzo finito male. Una famiglia del ferrarese, genitori sessantenni e figlia trentenne, ieri pomeriggio è finita in ospedale per malori dopo aver mangiato la torta preparata da un’amica della ragazza, invitata a pranzo per festeggiare il nuovo anno”

Pare che la giovane in questione avesse utilizzato, nella preparazione della torta, della Cannabis Light, very very suspicious. La cuoca del dessert unica illesa; madre, padre e figlia in pronto soccorso per accertamenti, fortunatamente dimessi la sera stessa.

A volte la vita è molto strana, da bravo ospite, entri con una Space Cake per non presentarti a mani vuote, esci con tre querele, perquisizione e accusa di spaccio di stupefacenti. Il modo migliore per cominciare l’anno nuovo!

2) UNA NOTTE DA LEONI

“Doveva essere una festa da ricordare quella organizzata per l’addio al celibato di un trentenne bergamasco. I festeggiamenti però si sono conclusi nel peggiore dei modi. Parte della comitiva, compreso lo sposo, è finita in carcere, parte in ospedale…Il futuro sposo potrebbe rischiare di rimandare le nozze fissate per la settimana prossima.”

Una fantozziana e tragicomica storia, dal finale decisamente inaspettato, per un grottesco addio al celibato che difficilmente verrà dimenticato.

La morale? Se temi l’altare prepara una Space Cake!

3) SOUVENIR CON SORPRESA

“Mamma sono tornato!” “E che cosa ci hai portato, figliuolo?” “Una torta molto speciale!” Dev’essere andata così la conversazione tra il ventiduenne di Pordenone, appena rientrato da Amsterdam, ed i suoi genitori.

“I genitori, di 58 e 54 anni, inconsapevoli degli effetti a cui sarebbero andati incontro, hanno mangiato il dolce in gran quantità, finendo poi al Pronto Soccorso…”

Nella perquisizione domiciliare sono state trovate anche delle bustine di Cannabis Tea per accompagnare il dolce. Per fortuna -o purtroppo- i genitori del giovane hanno scelto di non usarle evitando così un’avventura spaziale degna di Elon Musk.

4) MERENDA IN FAMIGLIA

Una merenda a base di muffin alla Cannabis da dividere con zia e nonna, che bell’idea!

“La ragazza dopo aver messo 5 grammi di marijuana nell’impasto e aver cotto i dolcetti, li ha lasciati raffreddare in bella vista allontanandosi da casa…La zia, invitata dall’aspetto e dal profumo fresco dei muffin, li ha assaggiati senza aspettare l’arrivo della nipote e della nonna. La donna ha però iniziato ad accusare vertigini e problemi respiratori. Solo l’intervento del 118 ha evitato che la situazione peggiorasse.”

L’unico modo per resistere alle tentazioni è cedervi, diceva Oscar Wilde, mai altra frase fu più adatta alla storia di questa zia, che, impaziente, ha ceduto alla gola, uno dei sette vizi capitali, e per questo, è stata punita dalle divinità della Cannabis.

Galeotto fu il muffin e chi lo cucinò.

Lemon Haze

Lemon Haze
5 5 0 1
Infiorescenza speciale, intensa, molto fruttata con sentori di agrumi. Ha un aroma complesso di incenso con sfumatura di cedro del Libano. Una varietà perfetta per la tua Space Cake
Infiorescenza speciale, intensa, molto fruttata con sentori di agrumi. Ha un aroma complesso di incenso con sfumatura di cedro del Libano. Una varietà perfetta per la tua Space Cake
5/5
Punteggio
Sorprendente

Space Cake, Don’t try this at home

A noi di Weedly le cose piacciono – quando fattefatte bene.

Per questo, dopo la breve carrellata di originalissimi fallimenti culinari scritta sopra, abbiamo deciso di congedarci, lasciandovi una ricetta della Space Cake, collaudata ed approvata. Per una Space Cake perfetta consigliamo l’utilizzo di prodotti di alta qualità, come quelli di Weedly ad esempio.

Gli ingredienti di cui avrete bisogno:

  • Diversi grammi d’erba, l’ideale è 8, ma vanno bene anche 5 oppure 10.
  • 1 tazza e 3/4 di farina.
  • 1 tazza di burro.
  • 1 tazza di zucchero.
  • 3/4 tazza di latte.
  • 2 uova.
  • 2 cucchiaini di lievito in polvere.
  • 1/2 cucchiaino di sale.

Per qualsiasi ingrediente desideriate aggiungere, l’unico limite è la vostra immaginazione.

Ecco il procedimento step-by-step:

  1. Pre-riscaldate il forno alla temperatura di 104-113 °C. Mettete l’erba grindata in un contenitore adatto per il forno. Cuocete l’erba in forno per 30 minuti, questo permetterà la decarbossilazione della Cannabis, cosicchè tutti i cannabinoidi siano bio-disponibili.
  2. Pre riscaldate il forno a 190 °C.
  3. Sciogliete il burro, a fuoco lento oppure in microonde per 20 secondi, in modo da ottenere un composto pastoso e appiccicoso.
  4. Aggiungete al burro la Cannabis.
  5. Mescolate.
  6. In un contenitore capiente aggiungete zucchero, farina, latte, burro di Cannabis, uova ed eventuali ingredienti segreti.
  7. Mescolate con vigore per qualche minuto, se l’impasto dovesse apparire asciutto aggiungete latte, se troppo liquido aggiungete farina.
  8. In una teglia per dolci su cui avrete posizionato un velo di carta forno, versate l’impasto.
  9. Collocate la teglia in forno, e lasciatela cuocere per 25/30 minuti. Per verificare la cottura potete usare l’antico metodo dello stuzzicadenti.
  10. Una volta cotta, lasciate raffreddare la torta per una mezz’ora abbondante.
  11. Decoratela come più vi aggrada.

La torta è pronta, buon hemp-petito!

Totale
11
Azioni
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente

Buon hemp-petito!

Articolo successivo

Weedly Selection #4