I Grammy di Weedly

Due categorie, dieci canzoni: i Grammy di Weedly.

Dopo il grande successo degli Oscar di Weedly. I Grammy di Weedly: due categorie, dieci canzoni. Sativa 4.20: qual è la miglior canzone da ascoltare mentre si sfumacchia il desiderato joint sotto la calda luce del sole? Indica 4.20: qual è la migliore canzone da ascoltare mentre si sbaciucchia l’amato cannone sotto la pallida luce della luna? Nell’articolo di oggi, le proposte musicali di Weedly, illustrate in breve. Quali si aggiudicheranno i Grammy di Weedly? A voi la decisione.

Sativa 4.20: canzone da sballo diurno

Categoria riservata alle composizioni musicali, di ogni genere, atte a sinergizzare con THC e CBD (ancor meglio se insieme) durante le ore diurne.

La porra, Sangue Misto

Canzone tratta dall’album “SxM” dei Sangue Misto, fra i 100 più bei dischi italiani di sempre secondo Rolling Stone. L’intero album è una pietra miliare dell’hip hop italiano. La ragione dietro alla scelta della canzone, fra i numerosi capolavori dell’album, è facilmente intuibile.

Urban Jazz, IAMDDB

Traccia senza tempo fra jazz e hip-hop, dell’artista IAMDDB, rapper e cantante inglese classe 1996. Lasciati cullare nel mood di Urban Jazz.

Heroin, The Velvet Underground

Creazione dei The Velvet Underground, fra i gruppi rock più influenti della storia della musica, tratta dal loro album di debutto “The Velvet Underground & Nico”. Heroin è grezza ed incalzante, garantisce un viaggio mozzafiato con accenni di presa male che si distenderanno catarticamente sul finale della canzone.

Dan Kye, Moving

Traccia del 2020 creata da Dan Kye aka Jordan Rakei. Movig è un fantastico pezzo d’arte, il sound che oscilla fra il Jazz, l’Hip Hop, il Soul, e l’House è il punto forte di questa creazione. Trasmette euforia e benessere. La ritmica travolgente cattura le orecchie sin dal primo ascolto. Consigliamo di ascoltarla con tanto di video. Se la canzone in sè è da 10 con l’aggiunta della parte visiva si arriva a 10 e lode.

Make It Bun Dem, Skrillex

Singolo di Skrillex, re della Dubstep, datato 2012. Nonostante la presenza del sempreverde Damian Marley, Make It Bun Dem ha raggiunto la notorietà mondiale grazie al videogioco Far Cry 3. Chiunque ci abbia giocato, infatti, si ricorderà dell’incendio ai campi di marijuana sotto le note di questa canzone.

Svarionato, DJ Gruff

Canzone d’apertura del quarto album in studio “O tutto o niente” del maestro italiano dell’hip hop, datato 1999. Dj Gruff, all’anagrafe Sandro Orrù, è attivo musicalmente sin dal 1982, nel 1994 ha realizzato con i Sangue Misto il già citato SxM. Penna sagace, grande intelligenza musicale, gioco di parole facile e amore per gli spinelli contraddistinguono la sua produzione. Svarionato ne è un esempio.

Indica 4.20: canzone da sballo notturno

Categoria riservata alle composizioni musicali, di ogni genere, atte a sinergizzare con THC e CBD (ancor meglio se insieme) durante le ore notturne.

Planet Caravan, Black Sabbath

Canzone psichedelica dei celeberrimi Black Sabbath, pubblicata nel 1970 all’interno di Paranoid, probabilmente il più apprezzato fra i loro album. Planet Caravan si allontana dai soliti binari dei Black Sabbath, ossia un Heavy Rock senza smussature, per inseguire una dimensione sognante. Nel Planet Caravan, navighiamo attraverso cieli infiniti.

Karmacoma, Massive Attack

Singolo del 1995 della band trip-hop inglese. Fra i capolavori del genere coniato dai Massive Attack, trasmette sensazioni di affanno e claustrofobia, ma contemporaneamente dona un senso di pace e rilassatezza. Sensazioni comuni ai fumatori rodati. Pro tip: la reminescenza melodica alla fine del primo minuto è tratta dall’opera il Principe Igori di Alexader Borodin.

Astronomy Domine, Pink Floyd

Primo brano dell’album di debutto, “The Piper at The Gates of Dawn” della iconica band inglese. Insieme ad Interstellar Overdrive, è la traccia più spaziale dell’opera. Si ricerca una sonorità dai colori onirici. All’ascolto ci si sente avvolti nello spazio profondo, immersi nei misteri delle realtà più sottili.

Ghost Song, The Doors

Seconda traccia dell’album “An American Prayer” datato 1978, ovvero cinque anni dopo lo scioglimento del gruppo. La genesi del disco è decisamente atipica, infatti nel 1978 Manzarek, Kriege e Densmore si riunirono per la registrazione di questo album, realizzato sovrapponendo registrazioni di poesie declamate da Morrison, morto nel 1971, e musica composta appositamente per l’occasione. Un magico gioiello. 

Xtal, Aphex Twin

Prima traccia dall’album ambient-techno “Selected Ambient Works 85-92” scritto e prodotto da Richard D. James aka Aphex Twin. L’album in questione rappresenta una svolta nella musica ambient, poche volte è stata creata della musica così interessante con solamente una tastiera ed un computer. Voce femminile sintetica e composizione musicale si combinano per una pioggia tropicale che sa di rigenerazione.

“Symphonie Fantastique” -5th Mvt, H. Berlioz

Sinfonia Fantastica: Episodio della vita di un artista in cinque parti. Sifonia a programma composta da Hector Berlioz e eseguita per la prima volta nel 1830. Cinque movimenti collegati fra di loro da un’idea fissa, un pensiero musicale che il compositore associa alla donna amata. In breve: Berlioz si innamora di una donna, che non ricambia ed in preda alle gioie ed ai turbamenti dell’amore si prende dell’oppio, troppo evidentemente. Nel delirio da oppio sogna (?) di uccidere la donna amata e per questo venire condannato a morte, condotto al patibolo e giustiziato. Il quinto movimento, quello proposto, è ciò che l’autore vede dopo la decapitazione: viene trasportato in un sabba di streghe, che in vertiginoso crescendo si concluderà in trionfante apoteosi.

Totale
1
Azioni
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente

Il Polmone d'oro

Articolo successivo

Guida per l'estate